RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE VETERINARIA

In cosa consiste la RM?

La risonanza magnetica è un potente strumento diagnostico basato sull'uso dei campi magnetici. Sono prove e immagini anatomiche digitalizzate, non invasive, che non usano, e da qui la loro innoquità, radiazioni iodate come nel caso dei Raggi X (Rx) e la Tomografia Assiale Compiuterizzata (TAC).

Ha il vantaggio di produrre immagini in qualunque piano, senza bisogno di ricollocare l'animale, apportando una migliore risoluzione spaziale, miglior contrasto tra i tessuti, e incremento della sensibilità ai processi patologici.

La risonanza magnetica nucleare (RMN) è un esame diagnostico sicuro che proporziona una visione più chiara dell'interno del corpo rispetto a molti altri esami. Produce immagini biimensionali e tridimensionali. Non usa raggi x. E come nelle radiografie si può usare un mezzo di contrasto per riuscire a vedere meglio le immagini.

Quali sono i vantaggi della risonanza?

Una risonanza magnetica aiuta a individuare e trattare precocemente una malattia. Fornisce informazioni dettagliate rapidamente e riduce l'uso della chirurgia in fase diagnostica.

In generale il veterinario raccomanda la risonanza se sospetta lesioni intracraniali o del midollo spinale, tuttavia la portata diagnostica della risonanza è molto più ampia. 

risonanza

                                      

In quali casi è indicato eseguire una risonanza?                

Di seguito vediamo una lista di situazioni cliniche in cui la risonanza è raccomandata:

                                                                                                         

CERVELLO, CERVELLETTO E TRONCO DELL'ENCEFALO 

Quando si sospettano lesioni cerebrali come in presenza di crisi convulsive, deficit cranici, sindrome vestibulare,  nistagmo, atassia, cecità centrale, circuitazione, cambiamenti nel comportamento e della personalità, alterazioni dello stato mentale, problemi dell'apparato locomotore, problemi posturali, disturbi alimentari, diabete insipido, deficit nella termoregolazione, disturbi del sonno (di solito dormire troppo), disturbi cardiovascolari (comunemente vasodilatazione) e respiratoria, polifagia, polidipsia, tremori, ipercinesia.                                                                                                                                                              

MIDOLLO SPINALE

Negli animali con segni clinici, quali paresi / plegia acuta o cronica, deficit propriocettivi, dolore spinale, trauma spinale, neoplasie, fenomeno Schiff-Sherrington, ipertono / ipotonica, spasticità, iperestesia, iperreflessia / iporiflessia / ariflessia, sindrome di Horner, incontinenza fecale e urinaria, ricadute post chirurgiche, idromielia e siringomielia.                                                                                                                                                                

SISTEMA NERVOSO PERIFERICO  

Quando si sospettano neoplasie nei nervi periferici, atrofia muscolare o dolore  in una zampa.                                                                                                                                                  

ADDOME

Individuazione di masse in piccoli organi: surrenale, pancreas, linfonodi.
Pianificazione chirurgica in massa di grandi organi: fegato, milza, reni.
Masse nella vescica urinaria.                                                                                                                                                                                                                            

VASCOLARE

Coaguli di sangue nei grandi vasi: aorta, cava, porta
Shunt portosistemico                                                                                                                                                                                                                            

MUSCOLOSCHELETRICA E ARTICOLARE

Laminite e dolore localizzaIo in una articolazione.
Valutazione del legamento, tendine, menisco, cartilagine, ossa.
Pianificazione chirurgica della massa ossea                                                                                                                                                                                               

CAVITA' NASALI, ORBITE, FARINGE, LARINGE, APPARATO UDITIVO, GHIANDOLE SALIVALI 

Ricerca di neoplasie, infiammazioni-infezioni, corpi estranei.
Secrezione nasale cronica, starnuti cronici, deformazione facciale.
Valutazione dello spazio retrobulbare: esoftalmo, dolore all'apertura della bocca, difficoltà di retropulsione, strabismo e la valutazione del nervo ottico.
Otite cronica, head tilt.                                                                                                                                                                                                                                                   

CANCRO

Masse dei tessuti molli, pianificazione chirurgica (definizione di margini chirurgici)
Proiezione di metastasi, valutazione dei linfonodi
masse hipofisiarie                                                                                                                                                                                             

CORPI ESTRANEI

Fistole croniche.                                                                                                                                                                                           

Come si svolge il prcedimento una volta lasciato il cane al servizio di risonanza? 

facciamo un esempio in cui l'animale è lasciato prima di una diagnosi presunta di compressione del midollo o infiammazione al Sistema Nervoso Centrale.
- Quando portiamo l'animale questo viene valutato scrupolosamente da un veterianrio specilista in neurologia per determinare l'area da esaminare. Secondo i sintomi dell'animale e gli esami neurologici si può arrivare a neurolocalizzare la lesione (intracraniale, cervicale, toracica o lombare...)
- Se l'area da esaminare corrisponde con quella in cui è collocato il microchip sarà necessario rimuoverlo prima dello studio.
- Si fa l'anestesia totale, si intuba l'animale e si mantiene l'anestesia con i gas. I valori dell'animale sono monitorati con continuità da un veterinario anestesista. 
-Si mette l'animale sulla barella e si inizia lo studio. 
-Se i sospetti diagnostici lo richiedono, si inietterà un liquido di contrsto intravenoso per ottenere un'immagine più accurata.
- Se il caso lo richiede, quando il processo termina con il cane anestetizzato si può estrarre il liquido cerebrospinale per il suo studio istantaneo e per inviarne un campione ad essere analizzato posteriormmente.
- L'animale è trasferito in una zona adibita per svegliarsi dall'anestesia

Qual è il prezzo di una RM?

Quando chiediamo il costo di una risonanza dobbiamo tenere conto che non stiamo pagando solo un'immagine, ma che stiamo accedendo ad un servizio diagnostico in cui uno staff di tecnici specialistisi sono incaricati di eseguire un procedimento sotto anestesia totale e nel modo più sicuro.
Al momento di interpretare le immagini solo gli specialisti in materia sono in grado di dare risultati. In alcuni casi, l'interpretazione definitiva del risultato è data da veterinari specializzati in immagini di forma telematica, per cui si potrà tardare un poco nell'ottenere una risposta.
Il prezzo varia a seconda del numero di zone da investigare, le dimensioni dell'animale e le prove complementari che si effettuano. In ogni caso il veterinario referente ci indicherà il servizio dignostico che ritiene opportuno considereare.
Per questi motivi il bacino di prezzo è ampio, oscillando tra i 350 e 800 euro orientativamente.
                                                                                                                                                                                                                                        
   Equipo de Ortocanis

ortocanis.com