Tote, un amico con mielopatia degenerativaTote profilo

Nome: Tote

Razza: Meticcio

Genere: Maschio

Età: 11 anni

Patologia: possibile mielopatia degenerativa 

Tote è stato trovato qualche anno fa per la strada: lo stavano portando a qualcuno che fosse in grado di prendersene cura, ma la famiglia che lo ha trovato si affezzionò e decise di portarlo a casa con i loro altri animali (quante volte questo accade ...!). Tote è un cane con un sacco di energia, mai a riposo.

toteUn anno e mezzo fa, ha cominciato a zoppicare con una delle zampe posteriori. Il veterinario ha stabilito che l'origine di questa zoppia non erano i muscoli, ossa o articolazioni, ma i nervi; gli ordini che il cervello mandava alle zampe per farle muovere non le raggiungevano. Tuttavia la sua malattia, non era stata identificata. La zoppia stava peggiorando e ha cominciato a coinvolgere anche l'altra zampa posteriore.

In questo caso, come spesso accade in medicina umana e veterinaria, si giunse ad una diagnosi per esclusione, cioè scartando, attraverso vari test, tutte le possibili patologie. La diagnosi finale fu l'unica patologia rimasta, non visibile attraverso tali prove: mielopatia degenerativa.

La mielopatia degenerativa è una malattia neurologica. Di solito colpisce il pastore tedesco e i suoi incroci, ma si può anche vedere in altre razze. Uccide le cellule nervose del midollo spinale ed è progressiva. Attualmente non esiste un trattamento curativo o preventivo, tuttavia si può optare per aiutare l'animale a cercare di svolgere una vita il più normale possibile e fornire un aiuto per assisterlo nella sua mobilità.

cane con carrello 

E' passato un anno e mezzo dal primo episodio di zoppia. Il nostro iperattivo Tote presenta una zoppia più marcata sui quarti posteriori, ma può ancora muoversi. Ha ancora forza nelle zampe anteriori. In realtà, questa è una notizia molto buona, in quanto essendo una malattia degenerativa, i cani spesso perdono queste funzioni abbastanza velocemente. Gran parte delle responsabilità del mantenimento della qualità della vita è dei suoi proprietari: per evitare la perdita di funzione e di massa muscolare ogni giorno lo portano a fare esercizi in piscina. Inoltre, tre mesi fa, hanno scelto di utilizzare un' imbracatura di sostegno per le zampe posteriori per contribuire a sostenere il peso del suo corpo mentre cammina. Ma Tote è molto attivo e tenere il passo con l'imbracatura può essere difficile ... quindi hanno deciso di utilizzare una carrello per cani.

La prima volta che Tote ci è venuto a visitare era Novembre 2014. Dato che si tratta di un cane molto attivo che per mesi non è riuscito a muoversi in modo indipendente, la sua prima reazione a contatto con il carrello non poteva essere differente, infatti, appena si è reso conto di potersi muovere da solo, non ci ha dato  nemmeno il tempo di regolare i supporti per le zampe posteriori, che ha iniziato a correre in giro senza che nessuno lo potesse fermare!

                                                                                                                                                                                                                                

Il carrello favorisce il ritorno dell' autonomia al cane e può anche essere utile per la sua riabilitazione e il mantenimento, permettendo all'animale di camminare e muovere gli arti senza sovraccaricarli con il peso del corpo.

Caro Tote, Ortocanis ti augura buona fortuna, ed una vita lunga, felice e attiva.

Laura Pérez - Veterinaria

www.ortocanis.com