Fisioterapia come trattamento alternativo nella compressione della Cauda Equina

, ,

Fisioterapia come trattamento alternativo nella compressione della Cauda Equina

 

SOMMARIO

La cauda equina, è l’insieme dei nervi e delle radici nervose che hanno origine da L6 – L7 innervando il treno posteriore per mezzo dei nervi: Sciatico, Otturatore, Pudendo, Femorale e Pelvico.

Quando si genera un trauma a questo livello, possono verificarsi compressioni da lievi a gravi che generano dolore nel paziente, claudicatio degli arti posteriori, contrattura di tutta la massa muscolare, deficit propriocettivo, andatura atassica, incontinenza, tra gli altri segni clinici che guideranno il veterinario a stabilire un trattamento medico adeguato e nel caso del fisioterapista, individuare le aree di dolore e migliorare il supporto del peso, la resistenza, il bodybuilding (evitando il più possibile l’atrofia muscolare), la mobilità articolare e la propriocezione.

La diagnosi viene effettuata mediante studio radiologico e risonanza magnetica della colonna vertebrale a livello dell’articolazione lombo-sacrale, opzioni di trattamento

consistono in: riposo in gabbia, allopatico (FANS, analgesici, corticosteroidi), omotossicologico, fisioterapico e riabilitativo, essendo un’ottima opzione la sinergia tra trattamento omotossicologico e fisioterapia (analgesia integrale).

Questo articolo presenta il caso di un paziente di un Pinscher, femmina, di 10 mesi, che viene portato in consultazione dopo aver subito un trauma per caduta presentando come segni principali paraparesi, contrattura di tutta la massa muscolare negli arti posteriori, deficit propriocettivo e andatura atassica. Si è deciso di eseguire fisioterapia e riabilitazione senza sospendere il trattamento medico stabilito fin dall’inizio, riuscendo a ridurre i tempi di recupero, il miglioramento delle condizioni del paziente, l’eliminazione della causa dell’alterazione fisica, il sollievo dal dolore, ridurre l’infiammazione e la ripresa della vita quotidiana.

Parole chiavi: compressione equina della cauda, fisioterapia e riabilitazione.

Interessato? Ecco l’articolo completo

 

Angelica B. Ortega Vasquez

Collaboratore Ortocanis.com

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ 5 = 10