ernia del disco nei cani

,
cane a raggi x con fratture

Qualche informazione in più da Ortocanis, i nostri articoli ti aiutano?

Definizione

L’ernia del disco è una malattia neurologica che colpisce la colonna vertebrale, quando una parte del disco intervertebrale preme o entra nel midollo spinale.

Il cane ha 7 vertebre cervicali, 13 toraciche, 7 lombari, 3 sacrali e, a seconda della razza, 20-23 vertebre della coda. I dischi intervertebrali fungono da ammortizzatori tra le vertebre che compongono la colonna vertebrale e allo stesso tempo le conferiscono mobilità.

Due tipi di ernia e i loro sintomi

Si distingue principalmente tra due tipi di ernia del disco: protrusione ed estrusione del disco.

Si parla di Protrusione quando il disco intervertebrale si muove e quindi preme sul midollo spinale ma il tessuto midollare è intatto. Il cane mostra dolore, cammina goffamente, a volte con la schiena curva e può trascinare leggermente le gambe.

Estrusione significa che il tessuto del disco si è rotto e il materiale del disco è entrato e ha danneggiato il midollo. In questo caso i sintomi possono essere simili a quelli della Protrusione ma più gravi. A seconda della posizione dell’ernia, provoca la paralisi degli arti anteriori e/o posteriori. Il cane perde sensibilità a quelle estremità, che si manifesta in assenza di dolore, non si alza in piedi e inizia a gattonare. Può anche sembrare incontinenza.

La cosa più importante in questi casi è la rapida diagnosi e l’intervento del veterinario!!

Una leggera sporgenza può essere trattata con farmaci e riposo quasi assoluto, tuttavia è necessario azionare un’estrusione per rimuovere il materiale del disco dal midollo.

Ma attenzione: ogni caso di ernia del disco è diverso e dipende molto dalla sua posizione, in che misura ha premuto o danneggiato il midollo spinale e quanto tempo è trascorso tra il primo sintomo e la diagnosi. Ecco perché è molto importante scegliere un buon neurologo.

Fisioterapia – recupero

In entrambi i casi la fisioterapia è molto importante per una buona e più rapida guarigione dell’animale.

Vari metodi di massaggio aiutano a stimolare il sistema periferico e ad aumentare la circolazione sanguigna. Il movimento articolare passivo previene la perdita di mobilità negli arti colpiti. L’ elettroterapia blocca l’atrofia muscolare ed è l’unico modo passivo per aumentare la massa muscolare.

Quando il cane è già in piedi, vengono applicati diversi esercizi attivi per migliorare la stabilità, l’equilibrio e la coordinazione.

Il proprietario deve prestare molta attenzione all’alimentazione del suo cane durante la convalescenza e consultare il veterinario, poiché la perdita di mobilità e la stessa quantità di cibo portano ad un aumento di peso, cosa che dovrebbe essere comunque evitata. Ogni grammo in più rende più difficile per il cane alzarsi e camminare di nuovo.

In caso di ernia cervicale, si consiglia l’uso di un’imbracatura per evitare movimenti bruschi in questa zona e anche per alzare le ciotole del cibo e dell’acqua in modo che il cane non debba chinarsi troppo.

andrea klein

fisioterapista animale

Collaboratore di Ortocanis.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 + 9 =